Pubblicato il

50 sfumature di Corallo: Il Corallo Moro

Nuovo appuntamento con la rubrica “50 sfumature di…Corallo.”
Il nostro spazio per raccontare i tipi diversi di Oro Rosso e il loro grande valore e prestigio.
Argomento di oggi: il Corallo Aka, detto anche “Corallo Moro”.

CORALLO MORO E CURIOSITA’
Appartenente alla tipologia di Corallium Laponicum, il Corallo Moro viene pescato nell’Oceano Pacifico.
Particolarmente fruttuose sono le acque che bagnano il Giappone dove la pesca di effettua ad una profondità di circa 300 metri.
Come per il Corallo Pelle d’Angelo (di cui vi abbiamo raccontato QUI) anche di questo tipo di corallo ve ne sono molti esempi custoditi nelle collezioni private di maestri corallari di Torre del Greco.
Tra le curiosità legate a questo Corallium Laponicum troviamo le diverse tipologie di nomignoli con cui è conosciuto nel mondo. In Italia viene chiamato anche “Sangue di Bue”. Tecnicamente è noto come “Corallo Aka”. In gergo anglosassone il suo nome è “Oxblood”.

SEGNI PARTICOLARI
Il Corallo Moro è così chiamato per il suo colorito molto intenso, che va dal rosso vivo al rosso scurissimo.
Ha una qualità estremamente difettosa e difficile da lavorare. Pertanto si presta più facilmente alla produzione di collane o orecchini ramificati che a collane lavorate a pallini o tessite.
Per queste caratteristiche di forma e colore, il Corallo Moro è uno dei prodotti più cari sul mercato esistente.
Se siete in possesso di un gioiello in Corallo Moro, avete tra le mani un vero tesoro!
Se ancora non possedete nessun gioiello con questa tipologia di corallo, potete acquistarlo sul nostro SHOP o sul nostro negozio Ebay.

Lascia un commento