Pubblicato il

50 sfumature di Corallo: Il Corallo Pelle d’Angelo

Nuovo appuntamento con la rubrica “50 sfumature di…Corallo.”
Il nostro spazio per raccontare i tipi diversi di Oro Rosso e il loro grande valore e prestigio.
Argomento di oggi: il Corallo Bokè, detto anche “Pelle d’Angelo”.

PELLE D’ANGELO
Nelle acque del Pacifico cresce una tipologia di Corallium elatius.
E’ il Corallo Bokè, che in Italia siamo soliti chiamare il Corallo “Pelle d’Angelo”
Questo soprannome è dato dalla particolarità del suo colore.
Il Corallo Pelle d’Angelo è infatti molto simile per qualità al Corallo Satsuma (o Corallo Cerasuolo, di cui vi abbiamo raccontato QUI) ma si differenzia da questo per il suo colorito rosa molto intenso e straordinariamente compatto.
Alcuni esempi sono custoditi nelle collezioni private di maestri corallari di Torre del Greco.
Come il Cerasuolo, anche il Corallo Pelle d’Angelo viene pescato nelle coste vicine al Giappone, ad una profondità di circa 250-300 metri.

SEGNI PARTICOLARI
Il colore è la parte più pregiata del Corallo Pelle d’Angelo.
Più il rosa si presenta intenso e compatto (ovvero senza macchie), più si è certi di essere in presenza di un pezzo particolarmente raro e pregiato.
Ma occhio alla veridicità del pezzo. Qualche venatura o “macchia” nel Corallo è sinonimo di naturalezza!
Saranno le collane come questa o orecchini come quelli del nostro catalogo a parlare e dire quanto c’è di vero in ogni singolo pezzo…

Lascia un commento