Pubblicato il

Corallo vuol dire Amore. La love story che lanciò l’artigianato di Torre del Greco.

Sarà per l’eleganza, o per il colore rosso vivo.
Da sempre il Corallo di Torre del Greco è simbolo dell’Amore.
L’amore eterno e passionale, che pompa sangue in vene simili, per forma e colore, ad un ramo di Corallo del Mediterraneo.
Anche alla base del rapporto profondo che lega Torre del Greco all’Oro Rosso c’è una storia d’amore e di desiderio.
Curiosità conosciuta da pochi, e che sancisce un segno nel destino passionale della città Corallina.

DALLA FRANCIA CON AMORE
Alla fine del 1700 Torre del Greco era famosa nel mondo solo per la pesca del Corallo.
Ad insegnare ai torresi l’arte della lavorazione dell’Oro Rosso fu un francese.
Si chiamava Paolo Bartolomeo Martin, era un incisore francese di origini genovesi, ed era scappato da una Marsiglia in piena Rivoluzione.
Arrivato sulle coste torresi, Martin intuì subito il potenziale del Corallo di Torre del Greco. Tanto materiale da poter lavorare e nessun artigiano pronto a farlo.
Il Marsigliese, così come lo chiamavano i torresi, iniziò a sfruttare le sue competenze da incisore. Fu lui a creare il primo laboratorio per la lavorazione di coralli, cammei e conchiglie nella città di Torre del Greco.
L’intento era quello di arricchirsi con il mercato dei gioielli per poi fare ritorno in patria.
Ma non aveva fatto i conti con l’amore.

CORALLO E PASSIONE
Il Marsigliese in realtà non fece mai più ritorno in Francia. Colpa di una giovane corallina, figlia di un pescatore. Martin la incontrò al porto di Torre del Greco e se ne innamorò follemente.
L’idea di fare ricchezze sfruttando le risorse torresi per poi ripartire per la terra transalpina, svanì.
La patria di Paolo Bartolomeo Martin divenne Torre del Greco. E Torre del Greco divenne la patria del Corallo nel mondo quando nel 1805 il Marsigliese chiese al Governo Borbonico il permesso per avviare la lavorazione del Corallo in città.
Fu così che la Francia insegnò a Torre del Greco come si lavora il Corallo. E Torre del Greco insegnò ad un francese cos’è l’Amore eterno.

 

Lascia un commento